Tableaux

WhatsApp Image 2020-09-11 at 11.58.24.jp
tache.jpg

Tableaux fa eco al principio del “gioco del mondo” che caratterizza l’ensemble. In questo programma, registrato nel primo disco omonimo con la casa discografica DUX, il capolavoro di Mussorgsky ci accompagna da un quadro all’altro come si potrebbe saltare da una casella all’altra nel “gioco della settimana”. La finalità è quella di condividere con il pubblico i due punti cardini dell’ensemble: la volontà di accostarsi alle grandi opere, non create originariamente per saxofono, come “Tableaux d’une exposition”, e il nostro impegno nella creazione di opere di compositori contemporanei.

 

Alex Nante, nel suo quartetto di saxofoni, segue l’idea del disco ispirandosi al quadro più caro ai saxofonisti: « Il vecchio castello ». Un canto dai colori dolcemente melanconici con il quale il compositore argentino vuole creare una linea melodica che evoca immagini e simboli.

 

Parallelamente, e sempre influenzato dall’immagine del “gioco del mondo”, Benoît Sitzia  scrive « Rayuela », anche quest’opera scritta per quartetto di saxofoni. Un brano composto come “il gioco del mondo” di tre movimenti a quattro voci e di quattro miniature per strumento solo, separabili e combinabili. “La Rayuela è un gioco che unisce le caratteristiche più materialistiche e più sottili del cammino della vita” dice il compositore francese durante una riflessione sul suo brano.

Modest Mussorgsky

Quadri di un’esposizione

(arr. David Walter)

 

Benoît Sitzia

Rayuela

 

Alex Nante

Altro Castello